AIRC 5x1000 staminali

Un programma speciale di oncologia clinica molecolare

Conoscere e curare il tumore

Che cos’è il cancro? Tumore new GIF

Il cancro è una malattia complessa nella quale una cellula dell'organismo comincia a moltiplicarsi al di fuori  di ogni regola.

Cosa lo provoca?

Sappiamo ormai con buona certezza che il cancro origina da un accumulo di alterazioni dei geni che  controllano il destino delle cellule, in particolare dei geni che regolano la proliferazione,  la sopravvivenza, l’adesione e la motilità cellulare.

Nella grande maggioranza dei casi le alterazioni geniche alla base del cancro sono determinate da fattori  ambientali, per esempio l'esposizione ad agenti cancerogeni di origine chimica (es. benzene), fisica (es. radiazioni) o virale (es. papillomavirus). Solo in rari casi le cause dello sviluppo del tumore  sono ereditarie.

Tumori benigni e maligni: che differenza c’è?

I tumori possono essere benigni o maligni. I medici sono in grado di stabilire se un tumore è benigno o maligno sulla base dell’esame istologico eseguito su un campione chirurgico o sulla biopsia, e mediante indagini strumentali come la TAC o la risonanza magnetica.

Le cellule dei tumori benigni crescono lentamente e non hanno la capacità di diffondersi ad altre parti dell'organismo, cioè non possono formare metastasi. Al contrario, i tumori maligni sono costituiti da cellule che hanno la capacità di invadere e distruggere i tessuti circostanti e di diffondersi in zone del corpo anche molto distanti dal tumore primitivo.

Quanti tipi di tumore esistono?

Il cancro può colpire organi e tessuti differenti. Considerando che esistono circa 200 tipi di cellule in un organismo adulto, non sorprende che ci siano oltre 200 tipi diversi di cancro.  Ma, anche all’interno dello stesso tipo di cancro, ogni tumore è in realtà differente dall’altro per quanto riguarda le alterazioni geniche, l'andamento e la risposta alle terapie. Quindi, ogni tumore è da considerarsi una malattia unica che richiede soluzioni terapeutiche particolari, ovvero una terapia personalizzata.

 

Per un approfondimento sui tipi di tumore maggiormente diffusi, si rimanda alla "Guida tumori" sul sito dell’AIRC. Per ogni tumore è possibile consultare una scheda, suddivisa in diversi capitoli, scritta in modo semplice ma scientificamente rigoroso.

Come si cura?

Quando la massa tumorale è sufficientemente piccola e circoscritta, l’asportazione chirurgica può essere sufficiente a curare il cancro. In altri casi occorre affiancare la chemioterapia e/o lradioterapia, per eliminare le cellule tumorali che si sono eventualmente diffuse intorno al tumore o in altre parti del corpo attraverso il sangue e il circolo linfatico. La verifica di questa eventualità avviene attraverso l'asportazione dei linfonodi adiacenti al tumore.

Per stabilire il piano terapeutico, i medici oncologi basano le loro valutazioni sulla cosidetta stadiazione del tumore, che viene calcolata mediante il sistema TNM

In ogni caso l'opportunità di affrontare la malattia con un intervento chirurgico è stabilita dai medici in relazione a: 

• tipo di tumore;

• posizione ed estensione del tumore (stadiazione);

• condizioni generali di salute del paziente. 

 La nuova frontiera della terapia del cancro è rappresentata dai farmaci a bersaglio molecolare che integrano l’azione dei farmaci chemioterapici standard agendo direttamente sui meccanismi che regolano la crescita del tumore.